Levico Terme, attraversata dalla Via Claudia Augusta Altinate, antica via imperiale d’epoca romana, collegava, fin dall’antichità Trento all’Adriatico.

Rinomata località termale, con le sue acque terapeutiche arsenico-ferruginose, divenne residenza estiva degli Asburgo che , con un editto, la elevarono al rango di “città”.

All’interno del suo Parco si erige il GRAND HOTEL, edificio in stile liberty, ora aperto tutto l’anno e l’unico albergo di Levico che dispone delle acque termali al suo interno.

 

 Il lago di Levico, più tranquillo, con piccole spiagge, intorno al quale corre una piacevole passeggiata (all’incirca 2 ore) e il vicino lago di Caldonazzo, il lago più grande del Trentino, perfetto per praticare vela e windsurf, offrono diverse opportunità di svago.

 

Una ciclabile lunga 80 km. costeggia tutto il fiume Brenta dalla sorgente fino a Bassano del Grappa; lungo il suo percorso si trovano alcuni punti di ristoro “Bicigrill” attrezzate per il bike-sharing e la possibilità di fare ritorno con il treno con carrozza apposita per il trasporto delle biciclette.

 

Per gli amanti  della montagna, la catena del LAGORAI, monti che si sviluppano fra la Valsugana e la Val di Fiemme, con infinte possibilità di trekking per tutte le difficoltà.

Con una passeggiata di una mezz'oretta si può raggiungere il COLLE DELLE BENNE, antica fortificazione risalente alla Grande Guerra, completamente restaurata e spesso sede di mostre. Dall'altura si domina un fantastico panorama di Levico, del suo lago e delle catene montuose che lo circondano.

 

Da non dimenticare ARTE SELLA in località Sella di Borgo Valsugana a circa 20 km, museo a cielo aperto di sculture lignee frutto del lavoro di artisti internazionali.